Tipologia vini

Rossi

Rosati

Certificati

Vegan

Allergen Free

Tannin-C

Tannin-C è un tannino in polvere estratto dal legno di castagno domestico (Castanea sativa).
Tannin-C è un tannino in polvere estratto dal legno del castagno domestico (Castanea sativa), un albero comune in Europa, specialmente in Italia e Francia. Questo tannino ha alcune caratteristiche notevoli:
  • Composizione: Tannin-C è costituito da una combinazione equilibrata di tannini gallici o digallici ed ellagici, con la castalagina come principale composto. Questa complessa miscela di tannini conferisce a Tannin-C le sue caratteristiche distintive;
  • Colore e odore: ha un colore marrone scuro e un odore più o meno intenso di legno tostato, che può aggiungere ulteriori sfumature aromatiche al vino;
  • Reazione con proteine: Tannin-C è efficace nel reagire con le proteine presenti nel vino, facendole precipitare. Questo può contribuire alla chiarificazione del vino, soprattutto dei vini bianchi;
  • Controllo enzimatico: Tannin-C ha la capacità di disattivare enzimi ossidati, come la tirosinasi e la laccasi, che possono contribuire a processi indesiderati di ossidazione o imbrunimento del vino;
  • Protezione del colore e del bouquet: questo tannino contribuisce a proteggere il colore e il bouquet naturale del vino, mantenendo le caratteristiche organolettiche desiderate;
  • Chiarificazione: Tannin-C è particolarmente utile per la chiarificazione dei vini, specialmente dei vini bianchi. Può anche essere utilizzato in combinazione con la gelatina per ottenere risultati ancora più efficaci;
  • Equilibrio della struttura fenolica: contribuisce a equilibrare la struttura fenolica dei vini, introducendo note morbide che possono migliorare la complessità del vino.

Tannino estratto dal legno di Castagno domestico.

10-100 g/hl.
Dosi maggiori sono consigliati in caso di:

  • Bassa quantità di SO₂;
  • Uva attaccata da Botritys;
  • Vini destinati all’invecchiamento.

Si consigliano prove preliminari di laboratorio.

Sciogliere la dose necessaria di Tannin-C in mosto o vino (e non viceversa), in rapporto1:10 – 1:15, sotto energica agitazione, ed aggiungerlo alla massa in fase di rimontaggio.

Sacco da 25 kg.
Conservare in un luogo fresco ed asciutto, al riparo da fonti di calore.
Evitare il contatto del prodotto con recipienti in ferro, specialmente se arrugginito.
In caso di contatto, il tannino forma un precipitato nero insolubile che, anche se innocuo, ne compromette le caratteristiche.

Tannin-C è un tannino in polvere estratto dal legno del castagno domestico (Castanea sativa), un albero comune in Europa, specialmente in Italia e Francia. Questo tannino ha alcune caratteristiche notevoli:
  • Composizione: Tannin-C è costituito da una combinazione equilibrata di tannini gallici o digallici ed ellagici, con la castalagina come principale composto. Questa complessa miscela di tannini conferisce a Tannin-C le sue caratteristiche distintive;
  • Colore e odore: ha un colore marrone scuro e un odore più o meno intenso di legno tostato, che può aggiungere ulteriori sfumature aromatiche al vino;
  • Reazione con proteine: Tannin-C è efficace nel reagire con le proteine presenti nel vino, facendole precipitare. Questo può contribuire alla chiarificazione del vino, soprattutto dei vini bianchi;
  • Controllo enzimatico: Tannin-C ha la capacità di disattivare enzimi ossidati, come la tirosinasi e la laccasi, che possono contribuire a processi indesiderati di ossidazione o imbrunimento del vino;
  • Protezione del colore e del bouquet: questo tannino contribuisce a proteggere il colore e il bouquet naturale del vino, mantenendo le caratteristiche organolettiche desiderate;
  • Chiarificazione: Tannin-C è particolarmente utile per la chiarificazione dei vini, specialmente dei vini bianchi. Può anche essere utilizzato in combinazione con la gelatina per ottenere risultati ancora più efficaci;
  • Equilibrio della struttura fenolica: contribuisce a equilibrare la struttura fenolica dei vini, introducendo note morbide che possono migliorare la complessità del vino.

Tannino estratto dal legno di Castagno domestico.

10-100 g/hl.
Dosi maggiori sono consigliati in caso di:

  • Bassa quantità di SO₂;
  • Uva attaccata da Botritys;
  • Vini destinati all’invecchiamento.

Si consigliano prove preliminari di laboratorio.

Sciogliere la dose necessaria di Tannin-C in mosto o vino (e non viceversa), in rapporto1:10 – 1:15, sotto energica agitazione, ed aggiungerlo alla massa in fase di rimontaggio.

Sacco da 25 kg.
Conservare in un luogo fresco ed asciutto, al riparo da fonti di calore.
Evitare il contatto del prodotto con recipienti in ferro, specialmente se arrugginito.
In caso di contatto, il tannino forma un precipitato nero insolubile che, anche se innocuo, ne compromette le caratteristiche.

Esplora ulteriori scelte, come:

Ti aiutiamo a sviluppare la tua idea.

Parlane con noi

Scrivici all’indirizzo info@essedielle.com
oppure compila il modulo.

Cerca prodotti