Tipologia vini

Bianchi

Rossi

Rosati

Spumanti

Certificati

Vegan

Allergen Free

Acido L-lattico

Acido naturale utilizzato in enologia come regolatore di acidità e come esaltatore di sapidità.
L’acido L-lattico è un acido naturale che si forma nei cibi durante il processo di fermentazione, grazie all’azione dei batteri lattici. È ampiamente presente in alimenti ottenuti attraverso questa fermentazione e contribuisce a conferire loro un caratteristico aroma e sapore.
In confronto all’acido citrico, con un livello equivalente di acidificazione, l’acido lattico ha un impatto inferiore sull’acidità percepita in bocca. Questa caratteristica lo rende più adatto agli alimenti in cui si desidera mantenere inalterato il sapore originale.

Nell’enologia, l’acido L–lattico (E270) è utilizzato come regolatore di acidità e come esaltatore di sapidità. La sua minore aggressività rispetto ad altri acidi regolatori lo rende una scelta preferita nelle pratiche di acidificazione nelle diverse zone vinicole.

Acido L-lattico Food Grade titolo ≥80% di origine naturale.

Per l’utilizzo dell’acido L-Lattico bisogna attenersi alle leggi vigenti nella Comunità Europea.
Sui mosti: max 190 ml/hl;
Sui vini: max 315 ml/hl.

Addizionare direttamente alla soluzione sotto agitazione o uniformare alla massa da trattare.
Fare sempre riferimento alla normativa vigente nel campo di utilizzo.

Bottiglia da 1 kg, tanica da 25 kg.
Conservare in un luogo fresco e asciutto.

L’acido L-lattico è un acido naturale che si forma nei cibi durante il processo di fermentazione, grazie all’azione dei batteri lattici. È ampiamente presente in alimenti ottenuti attraverso questa fermentazione e contribuisce a conferire loro un caratteristico aroma e sapore.
In confronto all’acido citrico, con un livello equivalente di acidificazione, l’acido lattico ha un impatto inferiore sull’acidità percepita in bocca. Questa caratteristica lo rende più adatto agli alimenti in cui si desidera mantenere inalterato il sapore originale.

Nell’enologia, l’acido L–lattico (E270) è utilizzato come regolatore di acidità e come esaltatore di sapidità. La sua minore aggressività rispetto ad altri acidi regolatori lo rende una scelta preferita nelle pratiche di acidificazione nelle diverse zone vinicole.

Acido L-lattico Food Grade titolo ≥80% di origine naturale.

Per l’utilizzo dell’acido L-Lattico bisogna attenersi alle leggi vigenti nella Comunità Europea.
Sui mosti: max 190 ml/hl;
Sui vini: max 315 ml/hl.

Addizionare direttamente alla soluzione sotto agitazione o uniformare alla massa da trattare.
Fare sempre riferimento alla normativa vigente nel campo di utilizzo.

Bottiglia da 1 kg, tanica da 25 kg.
Conservare in un luogo fresco e asciutto.

In alternativa, prova:

Ti aiutiamo a sviluppare la tua idea.

Parlane con noi

Scrivici all’indirizzo info@essedielle.com
oppure compila il modulo.

Cerca prodotti