Focus
Il contributo delle proteine vegetali all'evoluzione del settore alimentare

Negli ultimi anni, l’interesse per le proteine vegetali nel settore delle tecnologie alimentari è cresciuto in modo significativo. Ciò è dovuto ai diversi ruoli che questi composti possono svolgere, come addensanti, strutturanti o emulsionanti.

In particolare, le proteine isolate di patata hanno trovato impiego nella creazione di prodotti lievitati senza glutine, conferendo loro una struttura voluminosa e un’ottima alveolatura. Questo progresso rappresenta una solida soluzione nella produzione di una gamma di prodotti senza glutine, le cui caratteristiche tecnologiche nulla hanno da invidiare ai prodotti da forno tradizionali che tutti conosciamo.

Un altro esempio di proteine vegetali innovative sono quelle di pisello, spesso indicate in numerose ricerche come eccellenti emulsionanti. Grazie alla loro capacità di abbassare la tensione superficiale dei componenti e stabilizzare l’emulsione, risultano adatte per la produzione di formulazioni destinate a prodotti vegani e vegetariani.

Inoltre, grazie al loro elevato potere gelatinizzante, queste proteine possono essere utilizzate come ingrediente fondamentale nella produzione di gelatine innovative con alto bloom.

Dal punto di vista nutrizionale, queste proteine sono già impiegate nella creazione di alimenti ad alto contenuto proteico, unendo le caratteristiche tecnologiche sopra menzionate alle loro qualità nutrizionali. Esempi di tali prodotti includono barrette proteiche per atleti, bevande proteiche e preparati.

La crescente rilevanza delle proteine vegetali nel panorama alimentare è più di una semplice tendenza; è un cambiamento fondamentale che sta modellando il modo in cui concepiamo e consumiamo il cibo. Questa evoluzione rappresenta un notevole progresso verso un futuro in cui la gastronomia si sposa armoniosamente con la sostenibilità, offrendo opportunità illimitate per un’innovazione culinaria consapevole.

Alessandro Ippolito - Quality Manager

Cerca prodotti