Focus
La gomma arabica nella birra: un prezioso alleato

L’uso della gomma arabica nella produzione birraria va oltre le necessità di stabilità e chiarezza. Estratta dall’albero di acacia, questo ingrediente offre una combinazione unica di funzionalità, innovazione e sostenibilità. Contribuendo a plasmare la birra in modo ricco e intricato, la gomma arabica arricchisce l’esperienza di degustazione con nuovi livelli di complessità.

Stabilità colloidale

La gomma arabica agisce come un agente di stabilizzazione colloidale, prevenendo la formazione di precipitati indesiderati durante la conservazione e il trasporto. Questo garantisce una birra stabile nel tempo, ideale per periodi di immagazzinamento prolungato e per esportazioni in condizioni variabili.

Chiarezza e consistenza

Un altro aspetto cruciale è il suo impatto positivo sulla chiarezza della birra. La gomma arabica contribuisce a mantenere la birra limpida, evitando la formazione di sedimenti indesiderati. Inoltre, migliora la consistenza e la stabilità della schiuma, influenzando positivamente la sensazione in bocca e garantendo un’esperienza di degustazione soddisfacente.

Agente legante

Nel processo di produzione, la gomma arabica agisce come un agente legante, stabilizzando le particelle di lievito e altri sedimenti. Questo non solo facilita la filtrazione, ma contribuisce anche a garantire una birra uniforme e di alta qualità.

Compatibilità con diverse varietà di birra

La versatilità della gomma arabica la rende adatta a una vasta gamma di stili di birra. Dalle Ale alle Lager, dalle birre leggere alle birre più robuste, la gomma arabica può essere adattata per migliorare le caratteristiche specifiche di ogni varietà.

Quindi, l’impiego strategico della gomma arabica nella produzione birraria si traduce in birre di alta qualità, stabili nel tempo, chiare e dalla piacevole consistenza, migliorando complessivamente l’esperienza di degustazione per gli appassionati del settore.

Alessandro Ippolito - Responsabile Qualità

Cerca prodotti